Morendo ho ritrovato me stessa-Anita Moorjani

Viaggio dal cancro, alla premorte, alla guarigione

morendo ho ritrovato me stessaUn testo toccante! Un percorso spirituale  e iniziatico dalla malattia alla rinascita attraverso il tunnel della premorte.

La storia racconta il percorso di consapevolezza e guarigione di Anita che dopo  4 anni di cancro  di sofferenza e  disperazione cade in uno stato di premorte durante il quale comprende la vera causa della sua malattia e riscopre  se stessa e i veri valori dell’esistenza. Dopo il risveglio la malattia è scomparsa e la ripresa è miracolosa. I medici sono esterefatti.

Cos’è la vita, cos’è la morte? Tutti forse almeno una volta ce lo siamo chiesti, ma oltre alla domanda cosa abbiamo fatto per comprendere il vero significato della nostra presenza nell’universo?
Da sempre l’uomo cerca di rispondere a uno degli enigmi più grandi del cosmo: cosa c’è dopo la morte? Il paradiso,  l’inferno,  la reincarnazione o il nulla?
Tutte le religioni cercano di dare attraverso la fede una risposta alla vita dopo la morte.

La consapevolezza dell’esistenza dell’aldilà può essere data un forte atto di fede o una conseguenza di un’esperienza ai confini della ragione e dell’essere fisico.
Da anni si parla del tunnel e della luce divina. Ma chi può realmente confermare che esiste l’oltretomba e il paradiso?

Per Anita Moorjani, autrice del libro “Morendo ho ritrovato me stessa”, il paradiso non è altro che uno stato mentale non un luogo da raggiungere alla fine della vita. L’importante è l’amore, quello che si realizza nella vita, il potere creativo, il proprio io interiore che può essere risvegliato.
Un libro piacevole, libero, forte e appassionante che insegna a superare la paura e le negatività che ogni giorno dobbiamo affrontare.
“Autoguarigione”, è questa la parola che potrebbe descrivere tutto il libro, “consapevolezza del proprio valore” e del potere di rinascita che possediamo.

La vita è importante è non dobbiamo essere vicino alla morte per imparare a godere di ogni piccolo momento. Sentire il profumo di una fiore, accarezzare un bambino, meravigliarsi per l’arcobaleno, ammirare una bellissima farfalla…tutto è magico, perfetto, solo se lo sappiamo scrutare, osservare, annusare, vedere con gli occhi dello spirito e della mente, con il nostro vero essere.

E’ sufficiente vivere il presente, godere di ogni attimo senza temere il futuro o rimpiangere il passato.
Tutto è amore, luce divina, connessione con il divino.
La luce è vita, armonia, bellezza, amore e gioia.
Un vero inno alla vita, da leggere per imparare a essere se stessi, ritrovare la strada perduta, l’innocenza della fanciullezza, il sapore e il profumo che solo l’amore può dare, la luce negli occhi, il sorriso, la beatitudine.

Un libro che tutti dovrebbero leggere per cogliere la vera essenza della vita e capire qual’è il proprio posto nel mondo senza essere sopraffatti dai preconcetti e dalla cultura imperante.
L’energia è in ogni cosa, vibra di luce divina, connette tutto a tutti. Ogni songolo atomo del cosmo esiste per un motivo e niente accade per caso.

La scrittura è semplice e immediata, coinvolgente e fluida. Il dialogo con il lettore è diretto, colpisce al cuore e entra nella mente, nell’anima e nello spirito.
Anita affronta con coraggio le paure dell’uomo moderno che spesso sono la prima causa dei suoi mali.

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

La mente è collegata al corpo; i latini dicevano infatti:” mens sana in corpore sano”.
Un’interpretazione che spesso è ripresa in molti libri che trattano di terapie alternative. Gli squilibri emotivi sono spesso causa di malattie fisiche.
Si pensi al Reiky, all’aromaterapia, allo Yoga, alla cristalloterapia e a tutte le terapie orientali che collegano i malanni fisici a uno stato alterato della psiche.
Spesso per guarire è necessario cambiare, mutare, allontanarsi, rivedere il proprio percorso, perdersi per poi ritrovarsi.

Scritto da